Carrello 0

COSA SERVE SAPERE PRIMA DI APRIRE UNA NUOVA ATTIVITÀ SPORTIVA

PRIMA CHE INIZI A LEGGERE:
Noi ci occupiamo da diversi anni di servizi di consulenza per liberi professionisti e centri sportivi. Abbiamo maturato esperienza e competenze complete sotto molti aspetti MA non ci occupiamo di tutto quello che ti abbiamo scritto. Questa vuole essere una mappa generale, giusto per avere le idee chiare. Ti avviseremo all’interno dell’articolo quando entreremo nelle nostre competenze specifiche (quelle per cui scegliamo di proporci).

A quale attività fa riferimento questo articolo
Palestre/Centri sportivi mirati al: bodybuilding, crossfit, funzionale…
Studi personal/Negozi per l’offerta di servizi o prodotti mirati
In generale tutte le attività inerenti allo sport.


BUONA LETTURA :)

INIZIAMO

Dobbiamo stabilire:

  • LUOGO
    • Analizziamo i competitors nelle prossimità del nostro luogo di apertura. Fino a che distanza? Dipende.

      A Milano potremmo trovare una palestra ogni 400 m, in alcune province troviamo una palestra ogni 50 km, in altre a distanze ancora superiori…

      Quali competitors dobbiamo individuare? Tutti quelli che potrebbero avere un collegamento diretto o indiretto con la mia attività.

      Un centro estetico può farmi perdere clienti? Difficile.

      Se apro una sala pesi e di fianco ho un’attività incentrata sul funzionale e/o sui corsi di gruppo, potrei perdere clienti? Potenzialmente: si!

      Avere vicino attività collegate, sebbene differenti, potrebbe far scaturire la domanda latente del nostro potenziale cliente. Potrebbe chiedersi: perché non provare qualcos'altro? Se possiamo evitarlo è meglio, almeno per partire.

      Non escludo che si possa avviare un’attività da zero cercando di “portar via clienti” da altre strutture, ma dovresti essere davvero bravo e fare la differenza in maniera sostanziale. Solitamente i competitors non dormono e non si lasceranno strappare i clienti fidelizzati con tanta facilità. Con questo cerco solo di comunicarti che: ci sono modi più semplici per iniziare. 

    • Densità abitativa (in base alla tipologia di attività)
      Devo fare una precisazione: l’analisi dell’apertura di uno “studio personal” è completamente diversa dall’analisi di una palestra low cost che deve avere tot iscritti al metro quadro per rimanere aperta.

      Questi numeri ci aiuteranno nelle stime di guadagno che andremo a fare.

    • Permessi e licenze
      Può sembrare una banalità ma succede spesso che il desiderio di apertura non incontri la possibilità in quel comune specifico. Ci si informa e poi si pianifica.

      NB Soprattutto non si fanno partire lavori e non si cedono acconti prima di avere tutte le conferme necessarie. A “bruciare” i soldi di un investimento ci vuole un attimo, non avere fretta :)  
  • COSTI
    IMPORTANTE
    ! Le attività si aprono per: avere un sostentamento/ritorno economico. Le passioni vanno inseguite prima con la testa e poi con il cuore. Indebitarsi per un sogno e non riuscire ad andare avanti per un progetto non pianificato, fa male a te e al tuo sogno.

    • Riporto una tabella che NON è completa ma sicuramente può essere un punto di partenza:

Tabella

 

  • In questa parte aggiungerei anche le spese di tassazione, in questo caso un buon commercialista è d’obbligo.


DA QUESTO PUNTO IN POI
entriamo nelle nostre competenze specifiche, se vuoi saperne di più mandaci una mail a questo indirizzo: academy@emcorestore.com

  • GUADAGNI
    • Individuo il mio cliente ideale e quindi i prodotti e i servizi che voglio offrirgli.
      Il mio cliente ideale è una persona che ha determinati bisogni e io ne soddisfo il maggior numero possibile. Qui subentrerebbe il tema della specializzazione. Se sono l’unico sulla piazza posso cercare di fare tutto, ma questo (adesso) difficilmente è possibile.

    • Prezzo di vendita del mio servizio (abbonamento e/o consulenza) o prodotto.
      Non vogliamo mica fare la guerra del prezzo, vero?
      Questa domanda è oro:
      Perché un professionista dovrebbe pensare a cosa “tagliare” per abbassare il prezzo finale quando dovrebbe pensare a cosa aggiungere per valorizzare il servizio finale?

  • PIANO DI AZIONE
    • Cosa voglio fare?

    • Perché penso di saperlo fare meglio degli altri?
      Questa domanda può sembrare provocatoria ma è indispensabile.

    • Cosa devo fare se le mie aspettative sono sbagliate?
      Pensare di non fallire è un delirio da onnipotenza, dovete avere un piano B, un piano C e poi forse potete ritenervi quasi tranquilli.

    • Individuo le competenze tecniche richieste ed eventualmente amplio il mio bagaglio di conoscenze (mio o quello dei miei collaboratori). Questa nel particolare è una caratteristica molto trascurata. Gli istruttori/pt o le segretarie in reception devono saper vendere e sapersi vendere.

      “Chiedete ai commessi di un negozio di Foot Locker se per vendere un paio di scarpe basta indossarle o rimanere immobili al centro del negozio speranzosi che qualcuno dia loro i propri soldi.”

      In definitiva: le palestre vengono scelte per i servizi, la location e soprattutto per il personale. Investite molto in voi stessi e in chi dipende da voi. Potete scegliere di essere voi il canale di miglioramento ma dovrete farlo assolutamente.

    • Stabilisco un metodo per acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli già presenti
      So da quale fonte reperire i contatti, so dove trovarne di nuovi.
      Propongo incentivi alla fidelizzazione, attraverso: programmi fedeltà, sconti, bonus…

      IMPORTANTE:
      Niente marketing della speranza! Aprire un negozio o un centro sportivo e aspettarsi che le persone entrino e comprino solo perché abbiamo messo un’insegna è una richiesta un po’ esagerata, la pensi così anche tu, vero?!
      Oppure scrivere sui nostri profili la scritta “online coaching” e pensare che da sola possa convertire nel momento in cui viene lasciata sotto il nostro nome.

      Dobbiamo dare un motivo (o ancora meglio: una serie di motivi) per sceglierci.
      Ci vuole un piano, l’improvvisazione di solito non porta a grandi risultati.


  • 3 ERRORI COMUNI (PURTROPPO)
    • Non ho mai fatto esperienza di vendita, ma voglio aprire uno studio personal (o un negozio di integratori).
      Si corre un grande rischio! Imparare sul campo è una prerogativa di chi può permetterselo, ma solitamente i budget sono limitati e prima o poi gli affitti mensili inizieranno a sentirsi.

    • Ho un’esperienza decennale/ventennale nelle palestre, quindi posso aprire una struttura tutta mia.
      Non è sicuro! Se hai sempre e solo lavorato in sala pesi senza mai occuparti del resto, potresti non avere le competenze giuste.

    • Sono un’atleta e ho ottenuto diversi risultati positivi quindi posso insegnare.
      Atleta e preparatore sono due figure distinte, possono coincidere ma si fondano su basi diverse.


UN GRUPPO DOVE CHIEDERE CONSIGLI:
EMCORE ACADEMY GROUP

Abbiamo fondato un nuovo gruppo su Facebook dove trattiamo e discutiamo di tutte le tematiche che riguardano un professionista, iscriviti è gratuito.
Abbiamo già pubblicato del materiale inedito, viene a consultarlo.
Ci trovi qui:

https://www.facebook.com/groups/2108646502725864

Ti aspettiamo :)

 

Edoardo e Matteo



Vecchi Post Post recenti


Lascia un commento...

Attenzione, i commenti devono essere approvati prima della loro pubblicazione.